Pubblicato da: sandroassanelli | marzo 17, 2013

Dormitorio S. Carlo ora ci sono anche docce e lavanderia

Dormitorio S. Carlo ora ci sono

anche docce e lavanderia

la provincia pavese 07/03/2013

di Gabriele Conta
——————————

dormitorioIl Comune ci ha messo i locali (e i fondi). Le associazioni invece ci hanno messo la manodopera. E così, dopo due mesi di lavori, il dormitorio San Carlo si è ingrandito. Ieri infatti è stata inaugurata la nuova ala della struttura comunale. Dove da oggi è presente uno spazio doccia, una sala per l’ascolto e un locale lavanderia. «Questo è solo il primo passo», ha detto don Dario Crotti della Caritas diocesana, capofila della rete di onlus che ha sistemato la nuova ala. «Ora c’è bisogno di volontari che aiutino a far funzionare al meglio questa bellissima struttura». Il recupero della nuova ala del dormitorio San Carlo, grande circa 100 metri quadri, è stato possibile grazie allo stanziamento di 11mila euro da parte del Comune di Pavia. «Abbiamo destinato questi soldi alle organizzazioni di volontariato – spiega Sandro Assanelli, assessore ai servizi sociali – e loro hanno provveduto a sistemare egregiamente una struttura che versava in condizioni davvero precarie». Oggi invece i locali al primo piano di via San Carlo sono puliti e colorati. Tre ragazzi della Casa del giovane hanno lavorato come imbianchini e muratori e idraulici, sistemando i locali. Intanto gli studenti del liceo artistico Raffaello hanno decorato le pareti. E ieri mattina la nuova ala è stata inaugurata, alla presenza anche del sindaco e del vescovo di Pavia.

Ora qui ci sono sei nuove docce, che serviranno per tutte le persone in difficoltà e senza fissa dimora. «C’è anche una sala per l’accoglienza e l’ascolto delle persone – spiega don Dario – e un locale lavanderia». Le altre stanze che si affacciano sul corridoio potranno essere utilizzate come luogo di incontro per le diverse associazioni che hanno contribuito alla ristrutturazione dei locali, dalla Ronda della carità ai vari gruppi scout. «Abbiamo fortemente voluto questo spazio – dice ancora Assanelli – perché l’amministrazione ha a cuore anche chi è più in difficoltà».

About these ads

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 48 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: